Home » AREA FINANZIARIA » Ufficio Finanziamenti

Ufficio Finanziamenti

CONSULENZA FINANZIARIA PER MUTUI - PRESTITI - CESSIONI DEL V°

CONSULENZA  FINANZIARIA 

 

Start-Rec offre consulenza per la verifica preventiva dei requisiti di ammissibilità alla richiesta autonoma, da parte del richiedente, di prodotti finanziari quali:

 

 - Mutui

 - Prestiti Personali

 - Cessione del V°

 

Presso soggetti intermediari creditizi e finanziari abilitati dall’organismo di vigilanza (OAM)

BG / SBLC / LC / PB / POF / PA

BG / SBLC / LC / PB / POF / PA

Tramite nostra PARTNER che rappresenta in Italia una importante società a livello internazionale, forte negli strumenti finanziari, abbiamo la possibilità di rilasciare:

BG / LG – lettere di garanzia

SBLC - stand by letter credit

LC – lettere di credito

PB – performance bonds

POF – proof of funds

Pre-advice

direttamente o attraverso importanti banche internazionali, anche da loro compartecipate.

Il contratto si sottoscrive direttamente con l’emittente la garanzia.

Le operazioni si fanno solo su estero.

 

Non ci sono, al momento, importi minimi per l’emissione della garanzia poiché sono preferite le transazioni commerciali.

Sarà necessario compilare un format di richiesta che contenga tutte le informazioni necessarie per la valutazione della richiesta.

 

Domande frequenti

Qual è il costo per l'apertura di una lettera di credito?

Il costo della lettera di credito dipende da una serie di fattori.

Il nostro agente può fornirti un programma tariffario aggiornato.

Per i clienti per la prima volta, le commissioni sono quotate caso per caso.

Qual è l’importo massimo che garantisci con la lettera di credito?

Siamo in grado di aprire lettere di credito di qualsiasi importo.

Consideriamo la complessità della transazione: i beni che vengono scambiati e altri fattori che hanno a che fare con le parti delle transazioni e dove si verificano.

Per quale tipo di merce aprirai la lettera di credito?

Possiamo aprire una lettera di credito per qualsiasi tipo di merce, a condizione che rientrino nei nostri criteri etici e legali.

Detto questo, non saremo coinvolti in transazioni che coinvolgono armi o munizioni in nessun caso.

Ho aperto una lettera di credito al mio fornitore ma non ha spedito la merce. Rimborserai la mia commissione?

Una volta aperta la lettera di credito, la tua commissione non può essere rimborsata.

Consigliamo a tutti i nostri clienti di assicurare la capacità di pagamento del fornitore prima di eseguire l’apertura di qualsiasi strumento finanziario

Generalmente apro lettere di credito attraverso la mia banca. Come sono le tue lettere? di credito diverso?

Le nostre lettere di credito vengono aperte utilizzando i nostri conti bancari presso istituti bancari di prim'ordine. Quando apri la lettera di credito attraverso la tua banca, usi la tua linea di credito. Quando apri attraverso di noi. usi le nostre linee di credito.

Perché devo pagare la commissione prima di aprire la lettera di credito? Non puoi prelevare la tua commissione dai profitti della nostra transazione?

Non partecipiamo alle transazioni dei nostri clienti. Pertanto, non partecipiamo ai profitti delle transazioni dei nostri clienti. Le nostre commissioni sono le stesse indipendentemente dal margine di profitto nella transazione.

Posso cancellare la mia lettera di credito dopo che è stata aperta?

Tutti gli strumenti che emettiamo sono irrevocabili e non possono essere cancellati se non dal beneficiario.

Che tipo di garanzia hai bisogno per aprire una lettera di credito?

Nella maggior parte dei casi non è richiesto un deposito di garanzia specifico per aprire una lettera di credito.

Offriamo finanziamenti basati sulle transazioni.

Quando un cliente desidera aprire una lettera di credito, ci presenta i dettagli della sua transazione in modo che possiamo prendere una decisione sulla transazione in base al merito.

La decisione finale da parte della nostra azienda di entrare in una transazione è fatta secondo una serie di criteri

Con quali Prime Bank lavori?

Standard Chartered Bank Standard di Singapore, Banca Chartered di Hong Kong, Citi Bank di Hong Kong, HSBC Hong Kong

Possiamo avere lo strumento confermato?

Sì, in alcuni casi speciali

Possiamo confermare lo strumento con A-Class Bank?

Questo non è possibile

CONTROL RISK

CONTROL RISK

 

CtrlRisk è una applicazione web multipiattaforma che permette di ottenere, con velocità e semplicità, un’analisi completa della Centrale dei Rischi fornita da Banca d’Italia.

Le informazioni contenute nella Centrale dei Rischi hanno carattere di ufficialità e sono utilizzate dal sistema bancario per ogni valutazione in merito allo stato di salute dell’azienda.

 

Detti dati, tuttavia, sono di difficile comprensione, sia per i professionisti sia per gli utenti, e necessitano di una complessa elaborazione per poterne fruire e per dare loro un significato concreto e utile allo scopo.

 

La valutazione della centrale dei rischi pesa dal 30% al 70% nell’identificazione del rating e nella valutazione effettuata al fine di aprire nuovi rapporti di credito!

 

Ctrl Risk, tramite il suo lettore Retina, permette di poter ottenere in meno di un minuto una rielaborazione completa e puntale dei dati che è possibile rilevare all’interno della comunicazione della centrale dei rischi, senza la necessità di inserimento dei dati, che avviene invece in automatico e con assoluta precisione, evitando così un dispendio di tempo e l’incognita di errori di trascrizione.

 

Funzionalità

Report Istantaneo: CtrlRisk automaticamente genera un analisi chiara e dettagliata della Centrale Rischi.

Gestione di più clienti: Sei un professionista? CtrlRisk è pensato per analizzare ogni CR di tutti i vostri clienti

Supporto Grafico: Ausilio di grafici semplici e intuitivi per massimizzare la comprensione di dati rilevanti

Web Report: Web Report consiste in un documento web condivisibile con il cliente a cui può accedere liberamente online su qualsiasi piattaforma.

Report PDF: Documento d'analisi centrale rischi dettagliato e accessibile

Report Excel: Il sistema fornisce il report in formato Excel, più comodo e facilmente modificabile.

Usa il tuo Logo: L'analisi della Centrale Rischi è disponibile in una presentazione Web condivisibile direttamente con il cliente con il PROPRIO LOGO

 

Tipologia di Analisi

Scansionata la centrale rischi, CtrlRisk elabora un report variabile secondo diverse caratteristiche che ne determinano il grado di approfondimento.

Le due tipologie vengono identificate in: Analisi Base e Analisi Completa

Analisi Base

L'analisi di tipo base riassume tutte le rilevazioni effettuate, fornisce quindi una panoramica generale della situazione oltre che un esaustiva distinta banche da presentare direttamente presso l'istituito bancario.

Il servizio base vuole essere di rapida lettura ed è consigliato per una prima analisi.

Checklist

Distinta banche

Analisi singolo garante

Analisi sconfini e risolvibilità

Analisi Completa

Il report completo è caratterizzato da un approccio più approfondito, oltre alle informazioni già presenti sulla versione base, vengono studiati i singoli garanti e gli sconfini presenti indicando la possibile soluzione.

Questo servizio è adatto per uno studio più preciso e identifica meglio lo stato del proprio, o altrui, rapporto interbancario.

Checklist

Distinta banche

Analisi singolo garante

Analisi sconfini e risolvibilità

 

A chi si rivolge CtrlRisk

Il prodotto si rivolge a tutti i consulenti, commercialisti e avvocati che vogliono ampliare il ventaglio dei servizi da offrire alla clientela.

Grazie a Ctrl Risk potranno avere una analisi a portata di mano su propria carta intesta da proporre ai propri clienti.

Avere dati immediati e facilmente fruibili che portano ad una visione oggettiva dei rapporti intrattenuti dai clienti con gli istituti bancari.

Inserire nel proprio ventaglio di servizi un prodotto innovativo, rapido e puntuale che non richiede tempo per essere lavorato.

Verificare le singole posizioni per offrire una consulenza mirata al miglior utilizzo del credito.

Dare la possibilità ai propri clienti di avere maggiori probabilità di mantenere i propri affidamenti e di diminuire i costi legati agli stessi.

Comprendere quali procedure portano ad una segnalazione negativa in centrale dei rischi sia in merito alle abitudini deleterie che alle possibilità non sfruttate.

Comprendere le eventuali errate segnalazioni presenti in centrale che portano ad un deterioramento della capacità di accesso al credito.

Comprendi e valorizza la tua possibilità di accesso al credito.

La centrale rischi di Banca d'Italia compone fino al 70% della valutazione da parte degli istituti bancari sia in fase di erogazione che di rinnovo delle linee di credito!! Semplicemente inserendo il pdf fornito da Banca d’Italia si potrà Verificare:

Lo stato dei pagamenti.

La percentuale degli insoluti per singola banca.

La natura degli sconfini e comprendere se si potevano evitare.

La percentuale di utilizzo dei rapporti e l’eventuale stato di tensione.

Il dettaglio delle esposizioni per singolo mese.

L’ammontare delle garanzie prestate e la loro natura.

E molto altro.

Si potranno inoltre ottenere delle indicazioni, che se pur basate solo sui i dati contenuti nella centrale dei rischi, indispensabili a comprendere come migliorare il proprio rating bancario. 

 

Per chi si iscrive tramite Start-Rec, c’è la possibilità di applicare uno sconto del 10% sul prezzo del pacchetto che si desidera acquistare.

FACTORING per le imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione e anche NO.

FACTORING per le imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione e anche NO.

Tramite nostra partner abbiamo la possibilità di poter acquisire il Vostro credito nei confronti della Pubblica Amministrazione

attraverso il FACTORING nelle forme del: 

•PRO-SOLUTO
•PRO-SOLVENDO
•REVERSE FACTORING
•MATURITY FACTORING

Principalmente ci rivolgiamo alle aziende che hanno relazioni con gli ENTI PUBBLICI ma valutiamo anche lo scontro di CREDITI COMMERCIALI consueti: in quest’ultimo caso dovremo tenere maggiormente conto del credito che viene ceduto.

 

PRO-SOLUTO 

La cessione del pro-soluto nasce allo scopo di garantire, all’azienda titolare di un credito (cedente), l’incasso immediato dello stesso, anticipando i normali tempi di recupero e favorendo i flussi di cassa.

Con la cessione pro-soluto l'azienda cede dietro pagamento di un prezzo, il proprio portafoglio di crediti alla società di Factoring, che ne acquista la titolarità.

La cessione del credito, scaduto o in scadenza, derivante da forniture commerciali, avviene a titolo definitivo, in conformità con i principi contabil internazionali IAS.

Per le cessione verso la Pubblica Amministrazione è necessario che il Cedente sia in regola con i pagamenti verso l’erario e gli Istituti di previdenza.

Ci rivolgiamo ad aziende di ogni dimensione, fornitrici prevalentemente della Pubblica Amministrazione, che intendono migliorare la gestione de crediti commerciali, ottenere liquidità e garantirsi dal rischio di insolvenza.

Le cessioni avvengono principalmente in modalità continuativa (revolving).

Tuttavia per importi rilevanti possono essere prese in considerazione anche cessioni occasionali.

Il costo del servizi è rappresentato dal prezzo di cessione.

Per i calcoli dello stesso i riferimenti sono dati dai tassi di mercato parametrati ai tempi stimati per l’incasso, a cui occorre aggiungere una commissione di servicing per la garanzia pro-soluto e la gestione dei crediti.

Nella formulazione del prezzo si considera anche il rating del debitore e la tipologia o qualità dell’azienda cedente.

 

PRO-SOLVENDO 

E’ un finanziamento di crediti esistenti scaduto e non  vantati da un’azienda (cedente) prevalentemente verso un ente della Pubblica Amministrazione (debitore ceduto).

Tale prodotto e regolamentato dalla Legge n. 52 del 1991 sul Factoring.

I crediti ceduti, scaduti o in scadenza, derivano da forniture commerciali: è essenziale che non sia presente alcun divieto di cessione.

Per la cessione verso la Pubblica Amministrazione è necessario che il Cedente sia in regola con i pagamenti verso l’erario e gli Istituti di previdenza.

Ci rivolgiamo ad aziende di ogni dimensione, fornitrici prevalentemente della Pubblica Amministrazione, che intendono migliorare i propri flussi finanziari e far gestire i propri crediti commerciali a un operatore specializzato, riducendo il carico amministrativo e i relativi costi.

Vantaggi:

•Finanziamento a breve termine
•Esternalizzazione del processo di gestione del credito
•Miglioramento dei rapporti commerciali
•Valutazione professionale dei debitori e della qualità del credito.

Il prezzo dell’operazione prevede l’applicazione di tassi di mercato, con uno spread sull’euribor di periodo oltre ad una commissione per l’attività di servicing.

Nella formulazione del prezzo si considera anche il rating del debitore e la tipologia o qualità dell’azienda cedente.

 

MATURITY FACTORING 

La cessione di credito Maturity prevede il pagamento del corrispettivo dell'azienda cedente a una data prefissata di comune accordo (cosiddetta data di credito maturity).

Di norma il corrispettivo dei crediti ceduti è accreditato all’azienda alla scadenza originaria, dando la possibilità di ottenere un pagamento anticipato.

Al debitore ceduto viene concessa una dilazione di pagamento a titolo oneroso a partire dalla scadenza originaria fino a d una data concordata con la Società di factoring.

Il Maturity factoring può essere sia pro-soluto (il rischio di insolvenza del debitori è interamente a carico della società di factoring) sia pro-solvendo (il rischio di insolvenza dei debitori è a carico dell’azienda cedente).

Affinchè il credito sia pagamento alla società di factoring è necessario che sia riconosciuto come certo, liquido ed esigibile dal debitore ceduto

Ci rivolgiamo ad aziende di medie e grandi dimensioni che intendono migliorare la gestione dei rapporti di fornitura e beneficiare della possibilità di ricevere dilazioni di pagamento.

Vantaggi per il fornitore cedente:

•Una fonte di finanziamento certa
•Riduzione dei costi di gestione dei crediti commerciali
•Ottimizzazione della gestione della tesoreria e, in caso di pro-soluto, della garanzia del pagamento.

Vantaggi per il debitore ceduto:

•Migliorare i rapporti commerciali con i fornitori
•Dilazioni di pagamento

Il prezzo, nel caso di cessione pro-soluto, è rappresentato allo sconto calcolato sui tassi di mercato, parametrati ai tempi stimati per l’incasso, cui si aggiunge una commissione di ser4vicing.; nel caso di cessione pro-solvendo, prevede l’applicazione di tassi di mercato, con uno spread sull’euribor di periodo, oltre a una commissione per l'attività di servicing.

 

REVERSE FACTORING 

Si rivolge a Enti Pubblici di elevata affidabili che, in qualità di debitori, impiegano il factoring a vantaggio dei propri fornitori, garantendo in questo modo continuità e puntualità nei pagamenti.

Il credito ceduto dal fornitore della PA è certificato dall’ente debitore e pagato dalla società di factoring.

Ci rivolgiamo ad Enti pubblici che intenda agevolare i propri fornitori e a società fornitrici della Pubblica amministrazione.

Vantaggi per la Pubblica Amministrazione:

•Razionalizzazione delle procedure di pagamento dei fornitori
•Ottenimento di dilazione sui tempi di pagamento
•Riduzione del contenzioso legale
•Semplificazione dei rapporti di tesoreria.

Vantaggi per il forniture (cedente):

•Garanzia di pagamento della fornitura
•Elasticità dei flussi finanziari
•Semplificazione del processo d’incasso e monetizzazione immediata dei crediti

Il prezzo prevede l’applicazione di tassi di mercato, considera il rating del debitore ed è commisurato ai tempi effettivi di incasso del credito ceduto.

Documenti per l’analisi preliminare:

•Portafoglio con l’elenco dei nominativi proposti per il maturity e i relativi importi
•Documenti utili per la delibera:
•Certificato di vigenza, atto costitutivo e Statuto
•Ultimi due bilanci e situazione provvisoria infrannuale
•Elenco affidamenti bancari
•Documentazione che attesti la regolarità fiscale
•Contratti di fornitura.

INDUSTRIA 4.0

Il piano nazionale INDUSTRIA 4.0 illustra la strategia governativa atta ad avviare ed implementare in Italia, la quarta rivoluzione industriale finalizzata ad una produzione quasi integralmente basata su un utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse e collegate ad internet.

  

Il piano INDUSTRIA 4.0 riconosce primaria centralità agli investimenti innovativi per promuovere i quali è previsto un impegno economico pubblico che si fonda su 3 direttrici strategiche di intervento (cosiddette direttrici chiave):

 

  • 1 – INCENTIVARE AGLI INVESTIMENTI PRIVATI SU TECNOLOGIE E BENI INDUSTRIA 4.0:

               - iperammortamento: 250% aliquota

- consiste nella possibilità di applicare una maggiorazione del 150% del costo di taluni beni digitali a ad alto valore tecnologico ai fini della determinazione degli ammortamenti e dei canoni di leasing deducibili dalle imposte sui redditi. L’agevolazione opera ai soli fini dell’imposta sui redditi (IRES 24%) traducendosi in un risparmio effettivo pari al 36% del costo (24% IRES del 150% di maggiorazione); aggiungendo il risparmio derivante dall’imputazione a bilancio, si giunge ad uno sgravio fiscale complessivo del 60% del costo oltre al risparmio IRAP sull’ammortamento ordinario.

Sono beni agevolabili i beni materiali strumentali che rientrano nelle seguenti tre macro categorie:

                                            - automazione beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzato e/o gestiti tramite opportuni sensori e azionamenti

                                            - qualità e ambienti: sistemi per l’assicurazione della qualità e sostenibilità

                                            - sistemi interattivi: dispositivi per l’interazione uomo/macchina per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0

                             Beneficiari sono tutte le imprese ed i lavoratori autonomi.

               - superammortamento

- introduce la possibilità di maggiorare dl 40% il costo di acquisizione dei beni strumentali ai fini della determinazione degli ammortamenti e dei canoni leasing deducibili dalle imposte sui redditi. La maggiore quota di ammortamento (che verrà dedotta nel modello unico) vale solo per le imposte sui redditi (IRES e IRPEF) e non per l’IRAP.

- Sono oggetto di agevolazione gli acquisti di beni di proprietà, anche realizzati in economia mediante appalto:

                                            - beni materiali strumentali con coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%

                                            - fabbricati e costruzioni

                                            - beni legati a grandi infrastrutture

                                            - materiale rotabile, ferroviario e tramviario

                                            - aereo completo di equipaggiamento

               - beni strumentali

               - fondo rotativo imprese

 

  • 2 – AUMENTARE LA SPESA PRIVATA IN RICERCA, SVILUPPO E INNOVAZIONE:

               - credito di imposta alla ricerca: aliquota innalzata dal 25 al50% e limite di credito massimo per contribuente da 5 a 20milioni di euro

- beneficiarie sono tutte le imprese, comprese le reti di impresa, gli enti non commerciali e i consorzi. Sono eleggibili anche  soggetti sottoposti a procedure concorsuali finalizzata alla continuazione dell’esercizio dell’attività economica.

L’incentivo consiste in un credito di imposta per investimento in attività di ricerca e sviluppo calcolato sul valore incrementale delle spese di ricerca e sviluppo registrate in ciascuno dei peridi di importa di vigenza del’agevolazione per cui si intende beneficiare dell'agevolazione rispetto alle media annuale delle medesime spese nel triennio precedente.

- Sono agevolabili le spese relativa a:

- personale altamente qualificato, impiegato nella attività di ricerca e sviluppo, in possesso di un titolo di dottore di ricerca, che sia dipendente dell’impresa ovvero in rapporto di collaborazione con essa,

- quota di ammortamento elle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio

- spese relativa a contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca ed organismi equiparati.

 

  • 3 – RAFFORZARE LA FINANZIA A SUPPORTO DI INDUSTRIA 4.0 VC E START-UP

               - detrazioni fiscali 30% per investimento fino a 1milione di euro per start-up innovative

               - assorbimento per perdite start-up da parte di società sponsor

               - detassazione capital gain su investimenti a medio/lungo termine

               - programma acceleratore di massa

               - fondi dedicati all’industrializzane di idee e brevetti innovativi

               - fondo VC dedicati a start-up I4.0 in co-matching

 

Inoltre possiamo offrirvi anche I seguenti servizi:

  • Diagnostica energetica
  • Recupero delle accise – gasolio e usi industriali
  • Ottenimento e gestione dei CERTIFICATI BIANCHI
  • Carbon tax
  • Certificazione Iso 50001