Home » AREA FINANZIARIA » Investimenti all'Estero

Investimenti all'Estero

INTERNAZIONALIZZAZIONE D'IMPRESA

INTERNAZIONALIZZAZIONE D'IMPRESA - START-REC

INTERNAZIONALIZZAZIONE DI IMPRESA.

In collaborazione con le proprie migliori partners esperte a livello internazionale, possiamo offrire completa assistenza necessaria per soddisfare le Vostre esigenze di affari nei seguenti Stati:

-AZERBAIJAN - BULGARIA - CONGO – CROAZIA - KENYA – MALTA – PAESI SCANDINAVI – SERBIA - TANZIANIA 

 In tutti i sopracitati Paesi siamo in grado di aprire conti correnti per le necessità aziendali.

 

Ad esempio, possiamo assisterVi per:

- COSTITUZIONE DI SOCIETA’:

       - Il servizio comprende:

  o Creazione di una casella postale

  o Assistenza per la costituzione dell’azienda verificando l’oggetto sociale, la tipologia di società da    costituire etc.

  o Apertura della Partita Iva

  o Creazione di una cassetta postale

  o Attivazione di una linea telefonica

  o Apertura di un conto corrente bancario

  o Domiciliazione della sede legale

 

•ASSISTENZA SUCCESSIVA

  - Marketing

  - Commercialista

  - Rapporti con le banche etc. etc.

 

Ma non solo:

Analizziamo i progetti, studiamo il mercato, cerchiamo fonti di finanziamento sia istituzionali che finanziarie o legati a contributi regionale, statali, europei; in base alle esigenze del cliente, presenteremo un preventivo ad hoc del pacchetto operativo richiesto.

 

NON VI LASCEREMO SOLI!!! La nostra corrispondente Vi accompagnerà e assisterà in tutte le

operazioni e per il periodo necessario al raggiungimento dell’obiettivo

 

FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER PROGRAMMI DI INSERIMENTO SU MERCATI ESTERI

FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER PROGRAMMI DI INSERIMENTO SU MERCATI ESTERI

Si tratta di finanziamenti volti a esportare nuovi prodotti o servizi in Paesi EXTRA UE oppure acquisire nuovi mercati per prodotti o servizi già esistenti per ottenere un FINANZIAMENTO AGEVOLATO sul Fondo L. 394/81 e soggetto alla normativa comunitaria “de minimis” di cui al Regolamento UE n. 1407/2013 pubblicato sulla GUUE del 18.12.2013 (legge 133/08, art. 6, comma 2, lettera a).

Lo SCOPO del finanziamento è di agevolare il LANCIO E LA DIFFUSIONE DI NUOVI PRODOTTI E

SERVIZI A MARCHIO ITALIANO, attraverso l’utilizzo di strutture permanenti.

Soggetti BENEFICIARI sono tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata, comprese quelle a partecipazione giovanile o femminile.

Nel caso di imprese aggregate la domanda è presentata dalla società capofila corredata dal mandato

con rappresentanza sottoscritto dai partner.

Tutte le obbligazioni sono assunte dai partner solidalmente.

 

SPESE FINANZIABILI:

spese di funzionamento (locali, loro allestimento, personale ecc…)

spese per attività promozionali (formazione, consulenze mostre e fiere, ecc…)

spese per interventi vari (30% forfettario della somma delle spese precedenti)

 

Le spese sono finanziabili dalla domanda di finanziamento fino a 2 anni dopo la data di stipula del contratti i finanziamento (periodo di realizzazione).

 

Il finanziamento può coprire fino all’85% dell’importo delle spese inserite nella “scheda programma” entro i limiti di quanto consentito dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis”.

In ogni caso non può superare il limite del 25% della media del fatturato degli ultimi 3 esercizi.

Il Comitato Agevolazione può comunque fissare un tetto massimo di finanziamento concedibile.

Il finanziamento prevede un anticipo compreso tra un minimo del 10% ad un massimo del 30% dell’importo del finanziamento concesso.

Il restante importo del finanziamento viene erogato in più tranche sulla base della documentazione relativa alle spese effettuate e dietro presentazione di garanzia.

La durata complessiva di 6 anni, di cui 2 anni di preammortamento e 4 anni di rimborso del capitale.

I periodi di preammortamento e rimborso possono essere ridotti dietro richiesta dell’impresa.

Il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del finanziamento e pari a 30% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria. In ogni caso tale tasso non può essere inferiore allo 0,50% annuo.-

 

Le erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione della garanzia deliberata dal

COMITATO AGEVOLAZIONE tra le seguenti: Fidejussione bancaria o assicurativa o di Confidi Fidejussione di Intermediari Finanziari

Pegno su titoli di Stato

 

Documentazione da presentare:

Progetto

Spese previste

Visura Camerale azienda

Bilanci ultimi 3 esercizi compreso il bilancino anno in corso

=================================================================================================== 

Tariffario:

Euro 150,00 + Iva contestualmente alla consegna della documentazione per una pre-analisi

Euro 10.000 + iva quale anticipo spese contestualmente alla sottoscrizione dell’incarico

1% del finanziamento ottenuto, oltre imposte e tasse.

FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER FIERE O MOSTRE.

FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER FIERE O MOSTRE.

Si tratta di finanziamenti agevolati per le IMPRESE ITALIANE che predispongono studi di fattibilità collegati ad INVESTIMENTI ALL’ESTERO o PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE, in Paesi NON

appartenenti all’UNIONE EUROPEA.

Lo  SCOPO  del  finanziamento  è  di  agevolare  la  realizzazione  di  studi  di  pre-fattibilità  e fattibilità

collegati ad investimenti in Paesi Extra UE.

Soggetti BENEFICIARI sono tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata, comprese quelle a partecipazione giovanile o femminile.

Nel caso di imprese aggregate la domanda è presentata dalla società capofila corredata dal mandato con rappresentanza sottoscritto dai partner.

Tutte le obbligazioni sono assunte dai partner solidalmente.

 

SPESE FINANZIABILI:

1 – per Fiere e Mostre

•Affitto espositivo

•Allestimento

•Gestione

•Trasporto, facchinaggio e assicurazione

•Compensi personale esterno all’azienda

•Consulenza

•Materiale pubblicitario

•Partecipazione a meeting, convegni, workshop

  -Il tutto entro un max di 100.000 euro

 

2 – Per Studi di fattibilità

•Studio collegato ad attività commerciale (max 100.000 euro)

•Studio collegato ad attività produttive (max 200.000 euro)

•Programma di assistenza tecnica (max 300.000 euro)

Il finanziamento può coprire fino all’85% dell’importo delle spese inserite nella “scheda preventivo” entro i limiti sopra precisati; in ogni caso non può superare il limite del 12,5% della media del fatturato degli ultimi 3 esercizi.

Il finanziamento prevede un anticipo compreso tra un minimo del 20% ad un massimo del 30%

dell’importo del finanziamento concesso.

•Pegno su titoli di Stato

La durata complessiva di 4 anni, di cui 2 anni di preammortamento e 2 anni di rimborso del capitale.

Il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del finanziamento e pari a 15% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria. In ogni caso tale tasso non può essere inferiore allo 0,50% annuo.-

Le erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione della garanzia deliberata dal COMITATO AGEVOLAZIONE tra le seguenti:

•Fidejussione bancaria

•Fidejussione assicurativa (Start-Rec offre questo servizio)

•Fidejussione di Confidi

•Fidejussione di Intermediari Finanziari

•Pegno su titoli di Stato

 

Documentazione da presentare:

•Progetto

•Spese previste

•Visura Camerale azienda

•Bilanci ultimi 3 esercizi compreso il bilancino anno in corso

==================================================================================================== 

Tariffario:

•Euro 150,00 + Iva contestualmente alla consegna della documentazione per una pre-analisi

•Euro 3.000,00 + iva quale anticipo spese contestualmente alla sottoscrizione dell’incarico

•3% del finanziamento ottenuto, oltre imposte e tasse.